Scegli tra le migliori bici da corsa

Scegliere la migliore bici da corsa è il primo passo per iniziare a praticare questo bellissimo sport fatto di tecnica ma anche di passioni e intense emozioni.

Oggi il mercato delle bici offre tante alternative e modelli adatti a diverse esigenze: dalle bici da corsa più semplici, adatte ai neofiti, fino a quelle più complesse nei materiali e professionali.

Leggi anche: Come prendere le misure della bici da corsa

È possibile acquistare bici da corsa nei negozi, ma anche online: consultare i diversi cataloghi può aiutare a farsi un'idea dei modelli e dei prezzi ma se non si ha una parametro per confrontare le offerte si rischia di generare confusione.

Sia i neofiti che gli esperti devono affidarsi ad un rivenditore esperto che possa consigliare la migliore bici da corsa tenendo conto della fisicità e delle esigenze di ogni ciclista.

Ecco le caratteristiche da valutare per scegliere la bici da corsa:

  1. Il prezzo della bici da corsa
  2. Le caratteristiche tecniche
  3. Le altre parti della bici da corsa: sella, freni e ruote? 
  4. Ultimi consigli per scegliere la migliore bici da corsa

Il prezzo della bici da corsa

Una delle prime domande quando vuoi comprare una bici da corsa interessa il tuo budget: quanto vuoi spendere? I prezzi sono molto variabili. Per una entry level si possono spendere circa 1000 € mentre per una bici professionale si arriva anche oltre i 9000 €.

La domanda che spesso ci si pone è se un prezzo alto possa veramente corrispondere a performance elevate. Per comprendere meglio questo aspetto, bisogna valutare le caratteristiche tecniche di una bicicletta: la bici da corsa dovrebbe assicurare stabilità, ridurre al minimo le vibrazioni, ma dovrebbe essere anche scorrevole e scattante. Queste qualità non mancano anche nelle bici entry level.

Se ti avvicini a questo mondo ti consigliamo di scegliere un mezzo di fascia intermedia, che offra buone performance ma che, allo stesso tempo, non abbia un costo proibitivo.

Bici da Corsa - Pistidda

Le caratteristiche tecniche

Negli ultimi anni, le bici da corsa sono state le protagoniste di un intenso sviluppo tecnologico.

Gli elementi sui quali si sono concentrate le ricerche innovative si concentrano in particolare su tre parti del mezzo:

  • Telaio
  • Ruote
  • Gruppo

Il telaio è l'elemento più importante, da lui dipendono le performance e le specializzazioni di una bicicletta.

Quello per la bici da corsa deve essere leggero e aerodinamico, cioè capace di ridurre al minimo l'attrito con l'aria per un minore dispendio di energie e maggiori prestazioni.

Quando si sceglie una bici da corsa non bisogna considerare il fattore estetico (o almeno, non solo) ma scegliere una bici da corsa adatta al proprio fisico: in questo caso la scelta della taglia giusta è fondamentale.

La taglia della bici si calcola misurando l'altezza del cavallo (abbiamo descritto come si misura in un articolo precedente) ma anche in base al peso e alla propria altezza. 
Una scelta scorretta può comportare disturbi di salute, in particolare mal di schiena.

Se il dolore alla schiena persiste, se si avvertono costantemente dolori fisici dopo aver corso in bicicletta allora è il caso di risolvere il problema alla radice: rivedere la propria scelta oppure modificare la postura.

In questo video viene mostrata la corretta postura da avere sulla bici da corsa, tramite valutazione biomeccanica del ciclista:

Per migliorare le performance e prevenire i dolori può essere utile effettuare esercizi di stretching prima e dopo l'allenamento:

Il telaio può essere fatto in materiali diversi.

L'acciaio è il materiale resistente ma pesante, ormai superato per una bici da corsa. 
L'alluminio è più leggero, ha sostituito totalmente l'acciaio ed è conveniente per la fascia economica.

Il titanio, nonostante un discreto utilizzo tra le bici di alta gamma negli anni novanta ora viene usato da alcuni costruttori esclusivamente su richieste di alcuni cicloamatori affezionati a questo materiale pregiato.

Il carbonio è un materiale composto da fibre di carbonio e resine. Il materiale può variare la sua qualità in base agli elementi che lo compongono perciò all'interno di questa gamma le bici possono essere diverse. Il costo è leggermente maggiore dell'alluminio ma una bici da corsa in carbonio è più leggera, più comoda e più performante.

Le altre parti della bici da corsa: sella, freni e ruote?

La sella della bici da corsa deve essere comoda per favorire il comfort anche a lunghe distanze. Fino a poco tempo fa per trovare la sella giusta le case costruttrici fornivano i rivenditori delle cosiddette selle "test" che permettevano di far provare al ciclista quella più adatta alle proprie caratteristiche.

Ora anche per le selle la scienza ha fatto passi da gigante, infatti ora anche la sella da ciclista può essere fatta quasi su misura mediante appositi software tipo #idmatch della selle Italia.

Sella Arione R1

I classici freni della bici da corsa sono fatti ad arco a doppio fulcro, caratteristica che permette una buona modulabilità anche con poco sforzo.

Già da qualche anno vengono sperimentati i freni a disco idraulici anche sulle biciclette da corsa, grossa rivoluzione che permetterà una eccellente frenata anche sulle ruote con cerchi in carbonio. 

Infine, bisogna considerare le caratteristiche delle ruote per la bici da corsa.

Districarsi tra le tante offerte e scegliere quelle migliori non è affatto facile. Il livello ormai è molto alto e le tariffe variabili. Le ruote migliori si scelgono in base al prezzo, materiale e tipo di utilizzo.

Esistono tre modi d'uso legate alla ruota:

  • Bici per granfondo: si predilige una ruota leggera e comoda, con un profilo basso (max 38mm) garante di comodità anche per lunghi chilometraggi.
  • Circuito: in queste gare sono molto frequenti gli scatti e la gara è fatta da brevi distanze. Le migliori ruote per circuito devono essere performanti,  perciò hanno bisogno di un profilo alto, essere rigide e leggere e in grado di scaricare tutta la potenza sui pedali.
  • Bici da crono: le ruote sono molto particolari e diverse tra loro. Quella posteriore solitamente è lenticolare, quella anteriore di medio profilo per una migliore guidabilità.

Ultimi consigli per scegliere la migliore bici da corsa

Valutando questi elementi è possibile scegliere una buona bici da corsa, ma vogliamo dare qualche ultimo consiglio. La tua bici da corsa dovrà avere tre caratteristiche fondamentali: dovrà essere comoda, efficiente ma la qualità più importante è che offra il massimo nel suo rapporto qualità/prezzo.

L'obiettivo è avere il massimo comfort e ottime prestazioni.

Da cosa è data la comodità di una bici da corsa?

Sicuramente da una corretta misura del telaio e da un'altrettanta corretta postura in sella.

La comodità è un aspetto importante perché permette di percorrere lunghe distanze senza particolari sacrifici.

Per il primo acquisto è necessario affidarsi ad un bravo rivenditore, per il resto sarà l'esperienza a suggerire la bici da corsa migliore per le proprie esigenze.

Allora perché non iniziare a fare una bella corsa in bici? Esiste un'app anche per questo: delle tra le più usate Runastic e Strava.

L'app è perfetta per chi pratica ciclismo su strada: è possibile analizzare i percorsi, le distanze e gli allenamenti con lo smartphone.

https://www.runtastic.com/it/apps/roadbike